Trapianto di cellule adipose o “lipofilling”. PDF Print Email

E' un trapianto di cellule adipose prelevate al paziente con una miniliposuzione, preferibilmente in zone elettive (periombelicale, interno ginocchio) ed iniettate in sede di cicatrice. La sua azione è duplice: di riempimento nei casi di cicatrici atrofiche o depresse e di stimolo verso le altre cellule adipose presenti nel paziente. Questa metodica, è eseguita in day hospitale in anestesia locale.

Mentre il PRP ha essenzialmente un’azione ‘infiammatoria’ e di stimolo, il grasso trapiantato stimola le cellule adipose presenti nel sottocute ricevente a formare nuove cellule, senza determinare flogosi. Pertanto è una metodica attuabile anche in fase di cicatrizzazione recente, non ancora stabilizzata. Anch'essa è ripetibile ad intervalli di 2-3 mesi, per il riassorbimento fisiologico di parte del grasso trapiantato. Oggi queste due metodiche, PRP e lipofilling, spesso vengono utilizzate mixandole ed ottenendo una riduzione d'ampiezza della cicatrice ed un miglioramento globale della stessa (soprattutto in pazienti ustionati).

 
Scarica la brochure